Cataloghi

Dal 1990 il Catalogo della Biblioteca nazionale centrale di Roma è on-line (Opac BNCR).

Attualmente il catalogo on-line contiene le notizie relative a:

  • tutti i documenti a stampa pervenuti in Biblioteca dal 1990 nonché importanti fondi acquisiti nel tempo e riversati nella base dati
  • tutti i titoli delle pubblicazioni periodiche
  • parte delle pubblicazioni monografiche antiche (circa 70.000 opere) dei secoli XVI-XIX (fino al 1830)

Non è stato ancora terminato il recupero del retrospettivo. Per tutte le pubblicazioni stampate prima del 1990 è quindi necessario consultare il catalogo generale delle monografie a schede, situato nell'area centrale della galleria.

L'Opac è consultabile, oltre che in tutte le sale di lettura, su oltre 20 terminali dislocati lungo la galleria. Questo catalogo registra anche il posseduto di altre 13 biblioteche:

L'interrogazione avviene per default sui record bibliografici di tutte le Biblioteche partner del Polo.

In ogni caso è possibile restringere la ricerca selezionando sulla maschera iniziale anche una sola Biblioteca.

Dalle postazioni automatizzate è possibile consultare l'Opac dell'Indice di SBN (Servizio Bibliotecario Nazionale), la rete delle biblioteche italiane promossa dal MiBAC, dalle Regioni e dalle Università e coordinata dall'ICCU, finalizzata all'erogazione di servizi agli utenti; vi aderiscono attualmente oltre 3200 biblioteche, statali, di enti locali, universitarie, di istituzioni pubbliche e private, operanti in diversi settori disciplinari.

Tramite l'OPAC SBN è possibile:

  • identificare i documenti di interesse
  • individuare le biblioteche che possiedono tali documenti ed accedere alla scheda anagrafica della singola biblioteca
  • accedere ai cataloghi locali per informazioni aggiuntive sulla disponibilità del documento
  • accedere al servizio in linea di prestito da remoto o fornitura di documenti in riproduzione (ILL SBN) se la biblioteca partecipa a tale servizio
  • accedere alle "Voci d'autorità", voci controllate finalizzate a garantire l'univocità di alcuni punti di accesso del catalogo